where-sardinia-pandizucchero
Contact details 
Phone : +393208410636Email: info@pedrarubia.com

Guida per una vacanza attiva nel Sud Ovest della Sardegna

10 Cose da fare nel Sulcis Iglesiente

Guida per una vacanza attiva nel Sud Ovest della Sardegna: 10 cose da fare

Il Sulcis Iglesiente è unico rispetto al resto della Sardegna perché unica è la sua storia, terra di conquista da millenni per via dei suoi ricchi giacimenti minerari. Il suo paesaggio è segnato dalla sua stessa geologia, per cui ora ci deliziamo dell’insieme variopinto di colori nelle rocce che si affacciano sul suo mare trasparente: una meraviglia per lo sguardo e l’intelletto, per chi ama la bellezza ed è curioso di conoscere.
Qui proponiamo 10 cose da fare nel Sulcis Iglesiente tra cui scegliere tra miniere, spiagge, aree archeologiche, nuraghi, templi, grotte naturali, le isole sulcitane, i trekking, l’arrampicata.

  1. Visita alle miniere
  2. Visita alle spiagge più belle
  3. Visita archeologica: Nuraghe Seruci, Monte Sirai
  4. Visita alle Isole sulcitane: Sant’Antioco e San Pietro
  5. Visita alla città di Iglesias e alla città di Carbonia
  6. Visita al Tempio di Antas
  7. Visita alle grotte dell’Iglesiente
  8. Via ferrata di Pan d Zucchero
  9. Sperimentare il Free Climbing
  10. Trekking di una giornata

1. Visita alle miniere di Porto Flavia, Grotta Santa Barbara ad Iglesias, Galleria Henry a Buggerru, la Miniera del Carbone a Carbonia, la Miniera di Montevecchio

Il Sulcis Iglesiente è diverso da tutte le altre parti della Sardegna perché ha una storia unica legata alle sue rocce antichissime e al suo passato minerario.

Galleria Herny, Buggerru

Qui per secoli si sono avvicendati personaggi provenienti da tutta l’Europa e hanno applicato la loro arte e i propri capitali per rendere l’Iglesiente una delle zona minerarie più importanti d’Europa. Questo passato è ancora visibile nei reperti di architettura industriale impressionanti, costruiti spesso con le pietre locali e, quindi, ormai parte affascinante del paesaggio, edifici di gran gusto spesso integrati nella natura circostante. Ecco perché una visita ai siti minerari è d’obbligo per chi soggiorna nel Sulcis Iglesiente e spesso riserva delle grandi sorprese.
Qui l’elenco delle miniere visitabili e i link per prenotare le visite:

VACANZE ATTIVE CON PEDRA RUBIA & WHERE SARDINIA
Ti proponiamo una visita con noi, il Tour delle Miniere sul mare, per visitare con Tiziana Dedola, guida turistica professionista, le miniere sul mare che non hanno un sistema di visite organizzate: Fontanamare, Laveria La Marmora a Nebida, Masua. Clicca qui!

2. Visita alle spiagge più belle: Masua, Porto Paglia, Cala Domestica, San Niccolò, Capo Pecora, Piscinas

Spiaggia di Cala Domestica

Decisamente meno affollate di altre zone delle Sardegna, le spiagge dell’Iglesiente sono solitamente immerse nella natura e lontane dai centri abitati. Offrono un colpo d’occhio di grande fascino, con le belle scogliere che le attorniano. 

Le spiagge dell’Iglesiente a pochi chilometri dal nostro B&B: qui un articolo con le spiagge e le distanze dal nostro Bed & Breakfast.

3. Visita archeologica: Nuraghe Seruci, Monte Sirai

Il Sulcis Iglesiente è sempre stato un luogo strategico per via della presenza dei minerali tra le sue rocce. Ecco perché è sempre stato popolato, fin da tempi remoti, e presenta importanti resti delle gloriose civiltà antiche.

Nuraghe Seruci

Da vedere assolutamente l’affascinante Complesso nuragico di Seruci, con un imponente nuraghe centrale e centinaia di capanne. Lo scenario è davvero mozzafiato, su un’altura che permette una vista a 360 gradi sulla costa delle miniere. Per avere info sulle visite guidate e gli orari di apertura consultate la pagina facebook ufficiale del nuraghe Seruci.

Acropoli di Monte Sirai

A pochi chilometri da Seruci, l’acropoli fenicio-punica di Monte Sirai, una vera e propria città antica del VII Secolo costruita sempre su una collina con vista sul mare e sulle colline di Carbonia.
Qui il link per le visite a Monte Sirai.

VACANZE ATTIVE CON PEDRA RUBIA & WHERE SARDINIA
Ti proponiamo la visita con Tiziana Dedola, guida turistica professionista, che include anche la sosta nella spiaggia di Porto Paglia, per passare un’intera giornata a contatto con la storia e la natura: Archeo-Tour Nuraghe Seruci e Monte Sirai

4. Visita alle Isole sulcitane: Isola di Sant’Antioco, Isola di San Pietro, Carloforte

Il Sulcis Iglesiente possiede due bellissime isole visitabili facilmente e di grande fascino, sia dal punto di vista naturale che archeologico. 

Bacino sacro, Area archeologica Sant’Antioco

L’isola di Sant’Antioco è da sempre collegata alla terraferma da un ponte, per cui ci si arriva tranquillamente con l’auto. Qui si può andare alla scoperta di bellissime spiagge sia sulla costa Est (consigliabili in caso di vento maestrale) che sulla costa Ovest, da cui si ammirano le scogliere vulcaniche a picco sul mare. Sono tanti anche i resti nuragici e fenicio-punici sia nelle zone meno abitate dell’isola che nel caratteristico paesino di Sant’Antioco.
La visita al paese deve comprendere il museo archeologico, il tophet, la necropoli punica, il forte sabaudo, il villaggio ipogeo (si può fare un biglietto unico con visita guidata per tutte le attrattive: https://mabsantantioco.it/biglietteria/).
Nel pomeriggio potreste visitare le spiagge a est (ottime in caso di vento maestrale) o a Ovest (Cala Lunga o Cala Sapone) e visitare al tramonto il faro Mangiabarche, molto suggestivo, per poi fermarvi a cena nel caratteristico paese di Calasetta. 

VACANZE ATTIVE CON PEDRA RUBIA & WHERE SARDINIA
Qui ti proponiamo la visita guidata di una giornata all’isola di Sant’Antioco, che includa importanti siti archeologici e naturali, la visita al centro storico del paese, il museo del Bisso e la visita al villaggio ipogeo. Il tour è di una giornata, organizzato da Tiziana Dedola, Guida turistica professionista.

L’isola di San Pietro è una piccola meraviglia raggiungibile tramite un servizio di traghetti, il luogo ideale per passare almeno una giornata alla sua scoperta. Per visitarla conviene traghettare con la macchina, oppure affittare uno scooter o un e-bike per spostarsi velocemente lungo i 50 km delle sue strade interne.

Colonne di Carloforte, Isola di San Pietro

Da vedere il paesino di Carloforte, una vera chicca con il suo stile ligure e le sue strade colorate, la zona Sud con le famose colonne (ne è rimasta una sola) e il mare cristallino, la zona della Scogliera La Conca, un insieme di grotte e pozze d’acqua salata in cui divertirsi a nuotare e tuffarsi, più a Nord Ovest il faro di Capo Sandalo con un punto panoramico mozzafiato, la spiaggia di Cala Fico, da conquistare a piedi, Cala Vinagra e la zona della Punta, con la straordinaria presenza di globoidi, formazioni vulcaniche eccezionali.
Qui il link della compagnia di Traghetti: Delcomar Portovesme-Carloforte

VACANZE ATTIVE CON PEDRA RUBIA & WHERE SARDINIA
Qui ti proponiamo la visita guidata di una giornata all’isola di San Pietro: include i luoghi più affascinanti da esplorare in una giornata. Carloforte è una splendida cittadina con una sua identità culturale ben distinta rispetto al resto della Sardegna (i Carlofortini sono di fatto eredi dei genovesi di Pegli), ma immersa in un ambiente naturale mozzafiato.

5. Visita alla città di Iglesias e alla città di Carbonia

La città di Iglesias ha una storia molto ricca e antica, che si intreccia in modo inaspettato con la Storia dell’Italia e del Mediterraneo.

Piazza La Marmora a Iglesias

Sono tante le chicche da scoprire passeggiando nelle splendide vie in stile spagnolo e, poi, liberty del suo meraviglioso centro storico, sono tanti i personaggi e le leggende che si affacciano sulla soglia delle decine di chiese ed edifici antichi della città.

VACANZE ATTIVE CON PEDRA RUBIA & WHERE SARDINIA
Qui vi proponiamo una visita guidata di mezza giornata alla città di Iglesias da fare con Tiziana Dedola, Guida Turistica professionista.

“Frammenti di vuoto”, Opera di Giò Pomodoro, Carbonia

Carbonia, che ha vinto il Premio Europeo del Paesaggio con il Progetto “Carbonia Landscape Machine”, è un gioiello dal punto di vista architettonico, con il centro composto da edifici monumentali che delineano un paesaggio affascinante e insolito per la nostra isola. E’ stata fondata nel 1938 da Mussolini, quindi presenta lo stile razionalista tipico delle città dell’epoca, una città dall’atmosfera metafisica, una città di contrasti e di storie da raccontare. 

VACANZE ATTIVE CON PEDRA RUBIA & WHERE SARDINIA
Anche per Carbonia, proponiamo una visita guidata con Guida Turistica alla scoperta del centro di Carbonia.

6. Visita al Tempio di Antas

L’interno dell’Iglesiente è ricco di fascino non meno del suo mare. Merita almeno una giornata dedicata a visitare quella che nel passato era una delle foreste più estese della Sardegna, il Marganai, e visitare il favoloso Tempio di Antas, un antico tempio romano edificato al di sopra di un tempio punico, in un luogo sacro da millenni anche per i nuragici.

Tempio di Antas Fluminimaggiore
Tempio di Antas, Fluminimaggiore

Il luogo è altamente simbolico per la storia della Sardegna, perché il tempio era dedicato al dio eponimo dei sardi, il Sardus Pater, una sorta di ancestrale capostipite. Da qui parte una facile e piacevole passeggiata per le antiche cave di calcare romane, i resti del villaggio nuragico adiacente al Tempio e una quercia secolare. Immersi nella natura, si rimarrà affascinati dalla floridezza della foresta e dal misticismo del luogo.

Il Tempio di Antas è gestito da una cooperativa e si paga un modico biglietto per entrare e, nel caso, avere l’audioguida: qui il link.

7. Visita alle grotte dell’Iglesiente: Grotta Su Mannau, Grotta San Giovanni a Domusnovas

grotta-su-mannau
Grotta Su Mannau, Fluminimaggiore

A pochi chilometri di distanza dal Tempio di Antas, raggiungibile in macchina o attraverso un trekking di un’ora dal tempio, la sorprendente grotta di Su Mannau, un’enorme formazione carsica con un lago interno di cui si può visitare una parte, resa turistica con scalette e corrimano.

La grotta è una meraviglia per lo sguardo, con le innumerevoli concrezioni che si riflettono nell’acqua trasparente, accoglie da subito in una prima sala dedicata anticamente ai riti dell’acqua, probabilmente della stesse genti nuragiche che abitavano la zona del tempio di Antas.

Le visite alla Grotta di Su Mannau sono possibili quasi tutti i giorni nei mesi primaverili ed estivi e sono gestite dalla cooperativa di speleologi che ha reso la grotta accessibile ai turisti.
Qui tutti i dettagli per le visite alla Grotta di Su Mannau.

grotta san giovanni domusnovas
Grotta di San Giovanni a Domusnovas

La Grotta di San Giovanni a Domusnovas è una grotta da record, essendo la grotta più grande al mondo con una strada carrozzabile (ora chiusa al traffico) all’interno. Ricca di concrezioni spettacolari, è immersa in un contesto naturale lussureggiante, ai bordi della foresta del Marganai.
E’ visitabile attraverso una visita guidata organizzata dalla cooperativa che gestisce questo monumento naturale: www.grottasangiovanni.com.

8. Via ferrata di Pan d Zucchero

Pan di Zucchero, il faraglione più alto d’Europa, è l’icona della costa e non tutti sanno che può essere “conquistato” con una facile via ferrata, un sentiero attrezzato che dal mare conduce alla sommità.
Una bella idea per una mezza giornata divertente con la famiglia o un gruppo di amici che parte con uno spettacolare viaggio con il gommone dalla spiaggia di Masua fino all’attracco sul faraglione.

Via Ferrata su Pan di Zucchero
Via Ferrata su Pan di Zucchero, Masua

VACANZE ATTIVE CON PEDRA RUBIA & BIG ALPINE GUIDE
Se non avete mai scalato una via ferrata, vi proponiamo il supporto della Guida Alpina Marco Bigatti che fornirà tutta l’attrezzatura, l’organizzazione e vi guiderà nell’ascesa in totale sicurezza. Qui tutti i dettagli: bigalpineguide.com/ferrata-pan-di-zucchero

9. Sperimentare il Free Climbing

Il Sulcis Iglesiente è anche uno dei paradisi del free climbing in Sardegna grazie alla bellezza della sua roccia così antica, per cui, per chi volesse mettersi alla prova nel mondo verticale, è sicuramente il posto giusto per iniziare. Anche qui la nostra proposta di una giornata con la Guida Alpina Marco Bigatti per chi voglia iniziare da zero o abbia già esperienza di arrampicata. Verrà fornita tutta l’attrezzatura e ci si troverà in scenari mozzafiato a strettissimo contatto con la natura.

Arrampicata sul mare nel Sulcis Iglesiente

VACANZE ATTIVE CON PEDRA RUBIA & BIG ALPINE GUIDE
Qui la proposta per una giornata di arrampicata con Guida Alpina.

10. Trekking di una giornata

Attraversare i bei chilometri di costa iglesiente a piedi è una meravigliosa avventura. Ricca di percorsi di vario livello, la costa iglesiente è ancora più bella se ammirata durante una camminata sui suoi sentieri vista mare.
Anche l’interno regala paesaggi mozzafiato e una natura rigogliosa e inaspettata.

Cala Domestica vista durante un trekking

I percorsi sono di livello variabile, dai più impegnativi, come il celebre trekking Masua – Cala Domestica, a quelli più facili, come il trekking Nebida – Masua, a quelli più lunghi come il bellissimo trekking Capo Pecora – Scivu.

NOTA: Da considerare che i trekking vanno preparati ricercando le giuste informazioni (come le mappe e le tracce GPS) e con il corretto equipaggiamento (scarpe da trekking, abbigliamento tecnico, acqua, etc..). I trekking si svolgono in luoghi abbastanza isolati e non sono sempre segnalati a dovere. Ecco perché consigliamo che ci sia sempre una certa preparazione e dimestichezza quando si decide di intraprendere un trekking.

VACANZE ATTIVE CON PEDRA RUBIA & BIG ALPINE GUIDE
Se non si ha esperienza o si vuole arricchire il trekking con le spiegazioni di una guida, ci si può rivolgere alla Guida Alpina Marco Bigatti per essere accompagnati nel percorso e ricevere tutte le informazioni su ciò che si visiterà. Qui i dettagli: bigalpineguide.com/trekking-ferrate-sardegna/.